FAQ

FAQ

Domande chieste più di frequente

Per fissare il primo appuntamento puoi contattarmi al numero 3404058181 sia telefonicamente che con un SMS. Sarà poi mia cura richiamarti al più presto per ascoltare la tua richiesta e fissare un primo appuntamento.

In alternativa, puoi inviarmi una email all’indirizzo annalisa.bonaiti@gmail.com indicando i tuoi dati e il tuo numero di telefono, in modo che io possa ricontattarti.

Puoi anche utilizzare il form presente alla pagina contatti di questo sito

Di solito cerco di fissare il primo appuntamento entro le due settimane successive dal primo contatto telefonico.

Per la prima parte del lavoro, la fase di consultazione, ti chiedo un impegno di una seduta a settimana. È la fase più delicata del percorso ed è importante riservarle un tempo adeguato. Ti chiedo questa frequenza per un massimo di 3 incontri.

Successivamente, la frequenza sarà di un incontro ogni 15 giorni, ma potremo valutare insieme intervalli più o meno distanziati tra le sedute, in base agli obiettivi che abbiamo prestabilito.

Il tempo è un fattore molto importante per il cambiamento!

Il percorso non ha una durata prestabilita, decideremo insieme tempi e obiettivi. Progetteremo il percorso durante i primi colloqui di consultazione, che ci serviranno per conoscerci, focalizzare e definire la domanda di intervento.

Certo, la decisione è nelle tue mani. Ti chiedo però di renderti disponibile, qualora tu decida di interrompere il percorso prima del previsto, ad un incontro finale di restituzione, in modo da poterci confrontare sulle motivazioni della tua scelta, ma anche dare una conclusione al lavoro fatto insieme.

Sarà comunque possibile riprendere in seguito il percorso anche dopo la sua conclusione effettiva.

Nel caso tu sia impossibilitato a raggiungere il mio studio, sono disponibile a iniziare una video consulenza utilizzando tutti gli accorgimenti del caso per il rispetto della privacy secondo le linee guida dell’Ordine degli Psicologi.

Non appena sarà possibile, però, desidero conoscerti anche di persona

Sì, c’è questa possibilità che dovrà però essere valutata attentamente poiché è una scelta particolarmente delicata. Sono favorevole alla creazione di un contesto flessibile in cui poter alternare incontri familiari a quelli individuali, ma ciò deve essere adeguato al progetto clinico e alle caratteristiche personali.